Rilevare le intrusioni nelle Reti Wi-Fi
18 settembre 2013
Scadenze offerte Fastweb
24 settembre 2013
Mostra tutti

Controllare dispositivi connessi al router

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Controllare dispositivi connessi al router

Normalmente le reti wireless casalinghe sono organizzate in modo molto semplice: c’è un router wireless che si connette a Internet (tramite un modem esterno o incorporato nell’apparecchio) e tutti gli altri apparecchi si connettono a Internet e fra loro tramite questo router.

Una rete di questo tipo viene definita tecnicamente “a stella”.

Questo, però, è vero solo se la rete è configurata correttamente, ovvero è impostata come “rete a intì”astruttura” e non come “rete ad hoc”.

In caso contrario, ogni dispositivo collegato secondo la modalità “ad hoc” può costituire esso stesso un punto di ingresso alla rete, e, qualsiasi protezione si possa inserire sul router, potrà essere scavalcata semplicemente bypassandolo e collegandosi direttamente a uno degli altri apparecchi connessi.

Ora, se la rete è configurata come rete a infrastruttura, tutto il traffico e tutti gli utenti (autorizzati o meno) devono necessariamente passare attraverso il router. E quest’ultimo può metterei a disposizione le informazioni necessarie a scoprire la presenza di eventuali utenti indesiderati.

Per prima cosa bisogna lanciare il browser e collegarsi al server di gestione del router, generalmente disponibile all’indilizzo IP dell’apparecchio.

La maggior parte dei browser risponde all’indirizzo 192.168.1.1, ma, per sicurezza, controllate sul manuale del vostro apparecchio l’indirizzo corretto.

Una volta impostato l’indirizzo sul browser, dovrete inserire login e password per accedere al menu di gestione del router.

A questo punto, dovete cercare la pagina del server che elenca gli apparecchi connessi al router.

A seconda del modello di router, possono essere elencati solo gli apparecchi connessi in questo preciso momento, o tutti quelli che si sono collegati al router dalla sua ultima accensione.

Di ogni apparecchio viene indicato di solito il nome, l’indirizzo IP assegnato, l’indirizzo MAC (che è una sorta di “numero di targa”) e se è collegato o no alla rete e a Internet. Esaminando i nomi degli apparecchi, si arriva rapidamente a determinare se c’è (o c’è stato) un intruso.

Se il fatto di sapere che qualcuno è entrato nella vostra rete non vi basta, ma volete anche conoscere quando ciò sia accaduto e scoprire cosa l’intruso abbia combinato, dovete accedere alla sezione dei “Log”.

Il log è una sorta di “diario di bordo” del router, dove vengono segnati tutti gli eventi importanti che riguardano il dispositivo. Esaminando il log, dovreste poter individuare facilmente sia quando l’intruso si è collegato (e scollegato), sia se questi abbia usato la rete per accedere a Internet. In alcuni router, il log è disabilitato per impostazione predefinita.

Se sospettate ci possano essere degli intrusi, vi conviene abilitarlo e, nel caso sia possibile selezionare diversi livelli di log, meglio selezionare quello che registra il maggior numero di eventi, per avere il massimo dettaglio possibile sul comportamento del router.

Rete Wi-Fi impenetrabile agli estranei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.