ADSL e chiamate illimitate verso Tutti i Fissi e i Telefonini: SUPER ALL INCLUSIVE UNLIMITED INFOSTRADA
11 settembre 2013
Controllare dispositivi connessi al router
23 settembre 2013
Mostra tutti

Rilevare le intrusioni nelle Reti Wi-Fi

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Rilevare le intrusioni nelle Reti Wi-Fi

I tecnici che, per mestiere, gestiscono le reti, utilizzano strumenti software particolarmente complessi e sofisticati per rilevare le intrusioni.

Gli strumenti più usati ricadono in tre categorie: gli IDS (Intrusion Detection System, “sistema di rilevamento delle intrusioni”), i traffic analyzer (“analizzatori del traffico”) e gli sniffer (letteralmente “annusatori”).

Gli sniffer sono dei programmi in grado di intercettare tutto il traffico dati di una rete, e di categorizzarlo.

In pratica, usando lo sniffer il tecnico è in grado di sapere quali dati stanno transitando sulla rete, pacchetto per pacchetto, può individuare le stazioni tra le quali si stanno spostando i dati, e di quale tipologia di pacchetti è composto il traffico di rete.

I sistemi IDS sono molto più sofisticati: non solo sono in grado di rilevare il traffico, ma anche di analizzarlo in profondità, segnalando automaticamente svariati tipi di irregolarità.

Per esempio, un IDS è in grado di rilevare automaticamente la presenza di Access Point “clandestini” che cercano di farsi passare per un punto di accesso autorizzato della rete, magari trasmettendo un identificativo MAC falso.

Inoltre, riescono a rilevare e segnalare ogni tipo di traffico che possa comunque far pensare a un attacco: per esempio la presenza di pacchetti di dati “malformati”, oppure un numero eccessivo di richieste di informazioni inviate ripetutamente al router (in particolare al server DHCP) e altro ancora.

Gli analizzatori di traffico, infine, si collocano a metà fra le due categorie precedenti: catturano il traffico di dati e lo analizzano, segnalando irregolarità e problemi di prestazioni e sicurezza.

Purtroppo, l’utilizzo di questi strumenti non è semplice per i non addetti ai lavori. Ma, a meno che la vostra rete sia particolarmente estesa e si trovi sotto attacco da parte di hacker molto espelti, non avete bisogno di ricorrere a strumenti cosÌ complicati.

Dopo tutto, il problema più comune è il “furto di banda” da palte del vicino di casa, il quale non è detto che sia un esperto hacker: più probabilmente ha solo approfittato del fatto che non avete protetto adeguatamente la vostra rete (o che, magari, non l’avete protetta per nulla).

E quindi è molto probabile che non si sia preoccupato di rendersi invisibile ad un eventuale controllo. Se le cose stanno cosÌ, potete scoprirlo facilmente …

Rete Wi-Fi impenetrabile agli estranei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.