Sicurezza reti wi-fi: utility e strumenti
19 ottobre 2013
App per mappare wi-fi libero in italia
31 ottobre 2013
Mostra tutti

Wi-Fi è totalmente libero in Italia: Decreto del Fare

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Wi-Fi è totalmente libero in Italia: Decreto del Fare

Con il Decreto del Fare da qualche giomo, il Wi-Fi è totalmente libero, in Italia.

Gli esercenti non dovranno adempiere più ad alcun obbligo per offrire il Wi-Fi in negozi, hotel, ristoranti.

Lo stesso vale, per i servizi presenti in luoghi pubblici come piazze e strade.

Nel decreto si legge infatti che l’offerta di accesso alla rete internet al pubblico tramite rete WIFI non richiede l’identificazione personale degli utilizzatori.

Quando l’offerta di accesso non costituisce l’attivita commerciale prevalente del gestore del servizio, non trovano applicazione l’articolo 25 del codice delle comunicazioni elettroniche di cui al decreto legislativo 1° gennaio 2003, n.259 e successive modificazioni, e l’articolo 7 del decreto legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155, e successive modificazioni.

Significa che sono caduti tutti gli obblighi per esercenti, negozi, ristoranti e pubbliche amministrazioni che offrono il WI-Fi agli utenti (restano invece per gli operatori tlc e gli Internet point, che basano il business sull’offerta di accesso a internet).

Quei soggetti non dovranno chiedere autorizzazioni ne traccidare i propri utenti.

L’effetto pratico prevedibile sugli utenti, e che aumenteranno i punti di accesso Wi-Fi e che sarà più facile e immediato connettersi.

Attenzione comunque però: le reti Wi-Fi senza password, “aperte”, sono più pericolose di quelle protette perchè il nostro traffico potrebbe essere intercettato da un pirata (a rischio sono per esempio le nostre password).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.